Research

CALENDAR

<<<November 2017>>>
MTWTFSS
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910

13th session


University of Eurasian Theatre

13th session of the University of Eurasian Theatre
The dancing statue and Don Giovanni: presence and simulation Ravenna, Italy, 15-19 June 2006

with Eugenio Barba, Roberta Carreri, Tage Larsen, Iben Nagel Rasmussen, Julia Varley, Torgeir Wethal (Odin Teatret);

Silvia Carandini and Luciano Mariti (La Sapienza University);

Michele Monetta (ICRA, Centro Internazionale di Ricerca sull'Attore, Napoli);

Ettore Rocca (Istituto di Ricerca su Søren Kierkegaard and Reggio Calabria University);

Franco Ruffini and Nicola Savarese (Roma 3 University);

Mirella Schino and Nando Taviani (L'Aquila University);

Silvia Baudin, Tiziana Barbiero, Luigia Calcaterra, Caterina Scotti, Simona Zanini (Teatro tascabile di Bergamo).

 

Organised by Claudio La Camera and Maria Ficara, Teatro Proskenion

 

 

Don Giovanni non si esprime: muta

Da quando apparve sulle scene europee, il suo personaggio è fatto di parole ed azioni che nascondono un pensiero ed una ribellione inespressa. Il mutismo della sua voce interiore viene rotto soltanto dal "No!" finale gridato al Commendatore, rifiutando il pentimento. Una pura negazione, un urlo. Nessun discorso. Nessuna confessione.

Don Giovanni è pura finzione, il caso-limite del personaggio dell'ipocrita. Quindi, è stato spesso affermato, è anche il caso-limite del personaggio teatrale: nega all'attore che deve impersonarlo ogni appiglio per immaginare pensieri e reazioni emotive dietro la crosta delle parole e delle finzioni.

Il mutismo gonfio di parole di Don Giovanni mette in moto anche le innumerevoli reinterpretazioni della sua storia. Diventa un classico della letteratura europea dopo esser stato un'opera di successo del teatro commerciale. Il suo successo risultava inspiegabile persino agli attori che di esso si nutrivano. Circolava la leggenda d'un segreto contratto fra gli attori e il Diavolo, che avrebbe assicurato la fortuna della 'storia maledetta'. Era incomprensibile come le vicende del giovane ed aristocratico libertino che finisce all'inferno, malgrado le loro grossolanità, fossero in grado di sedurre spettatori e spettatrici. La morale della favola definisce Don Giovanni come un delinquente. Ma agli occhi degli spettatori egli appare una vittima della rigidità dei vecchi.

La trama di Don Giovanni è un caso-limite anche dal punto di vista della chiave drammaturgica. L'antagonista di Don Giovanni è una statua, un uomo di sasso. È il Convitato di Pietra, che in molti casi dà il titolo alla storia del seduttore.

Così come il personaggio in continuo mutamento di Don Giovanni è una sfida per l'attore, altrettanto radicale è la sfida del suo antagonista. Come impersonare la sua mobile immobilità? Non appena andiamo aldilà delle convenzioni barocche delle statue semoventi, la sfida diventa affascinante e ci immette letteralmente nella tradizione eurasiana che fonda il sapere dell'attore sulla visione delle 'statue che danzano'. Una tradizione che va dai teatri classici asiatici alle visioni di Gordon Craig e alla 'statuaria mobile' di Etienne Decroux.

Eugenio Barba

Programme:

15 June

Arrival of participants

16 June

10.00-12.00 am Practical reflections led by Eugenio Barba: Odin Teatret: Saldezza scenica

1.30-4.00 pm Silvia Carandini and Luciano Mariti: L'estrema avventura del teatro

4.30-6.00 pm Mirella Schino: Il giro di boa

6.30 pm         General rehearsal of Odin Teatret's performance Don Giovanni all'inferno, directed by Eugenio Barba, with the chamber orchestra Ensemble MidtVest (Denmark) and Annada Prasanna Pattanaik (India).

 

17 June

10.00-12.00 am Practical reflections led by Eugenio Barba: Michele Monetta: La statuaria mobile di Etienne Decroux

1.30-3.00 pm Ettore Rocca: Kierkegaard e Don Giovanni

3.30-6.00 Ferdinando Taviani: La statua di Don Giovanni

6.00                Odin Teatret's performance Don Giovanni all'inferno

18 June

10.00-12.00 am Practical reflections led by Eugenio Barba: Teatro tascabile di Bergamo: La danza incisa sui templi

1.30-3.30 pm Ettore Rocca: Kierkegaard e Don Giovanni

3.30-6.00 pm Eugenio Barba e Franco Ruffini: Conclusioni - dal Seicento a Mejerchol'd fino all'inferno

4.00-5.00 pm Nicola Savarese: Il ballo delle statue

19 June

Departure of participants

Search

Newsletter

News from Odin Teatret

directly into your inbox.
Sign up for our newsletter.

Travelog

A selection of letters, news, reactions, thoughts from Holstebro and abroad.