Lettera al vento

In Lettera al vento Roberta Carreri e Ian Ferslev presentano il processo di genesi di Sale, spettacolo basato su Si sta facendo sempre più tardi di Antonio Tabucchi con la regia di Eugenio Barba.

Ripercorrono praticamente la loro esplorazione del tema della “nostalgia” durata cinque anni: dalla primissima fase in cui il musicista apprende a suonare nuovi strumenti e compone la musica, mentre l’attrice raccoglie testi ed oggetti con cui si confronta per creare sequenze di azioni; fino all’incontro con il regista, con le tensioni, difficoltà ed equivoci attraverso i quali si arriva allo spettacolo.

DIMOSTRAZIONE DEL LAVORO DI PRESTAZIONE

Attrice: Roberta Carreri

Musicista: Jan Ferslev

Durata: 60 min.

Primo spettacolo: 2006

 

Materiale per organizzatori e stampa