La Morte si sente sola.
Cerimonia per l’attrice cilena María Cánepa

Trecento scalini in pochi istanti.
Pelle di pietra sopra la mia testa.

I morti e le mosche trasparenti
che sono? Ed io che conto?
Forse la morte non porta via tutto.

Questi versi del poeta italiano Antonio Verri riassumono lo spettacolo. L’attrice inglese Julia Varley evoca l’incontro e l’amicizia con l’attrice cilena María Cánepa. È la Morte a celebrare la fantasia creativa e la dedizione di Maria che seppe lasciare una traccia dopo la sua partenza.

SPETTACOLO

Attrice: Julia Varley

Regia: Eugenio Barba

Assistente alla regia: Pierangelo Pompa

Testo: Improvvisazioni e citazioni da Gonzalo Rojas e Pablo Neruda

Primo spettacolo: 22 ottobre 2012, Holstebro, Danimarca

Lingue: italiano. inglese e spagnolo

Durata: 60 min. (senza pausa)